03-07-2019

Otto anni de La Casa di Iris: il compleanno è una festa per tutti

Un momento per festeggiare insieme

L’Hospice La Casa di Iris ha compiuto otto anni, un traguardo che ha coinvolto l’intera comunità di Piacenza e non solo. Un momento da festeggiare insieme proprio in virtù del ruolo di punto di riferimento che la struttura ricopre per il territorio. È qui che centinaia di famiglie, al fianco dei loro cari le cui sofferenze sono state alleviate da cure palliative, hanno trovato supporto e sostegno.

La Casa di Iris è un luogo che, nonostante tutto, rimane di speranza. Un luogo dove personale infermieristico e volontari si impegnano ogni giorno per accompagnare i pazienti incurabili verso la fine in modo dolce, con cura e amorevole attenzione. Si tratta di una presa in carico globale e di assistenza non solo clinica, ma soprattutto umana e caratterizzato da una grande sensibilità e attenzione alla “persona”.

“Quella portata avanti dalla Casa di Iris in questi otto anni è stata una sfida, e i risultati ci dicono che è stata vinta brillantemente – racconta Lorena Masarati, Responsabile Proges per l’area di Picenza- i dati parlano di oltre 250 ricoveri l’anno e di un riempimento andato via via aumentando, attualmente pari al 96%. A dimostrazione che l’hospice è diventato una risposta efficacie in momenti di grande difficoltà che la vita ci può proporre. Lo staff composto da medici, sanitari, oss, dalla fisioterapista e dalla psicologa, assieme all’equipe della Rete delle cure palliative, svolge un lavoro “sul campo” enorme, apprezzato e riconosciuto a tutti i livelli”.

A fianco de La Casa di Iris, l’associazione “Insieme per l’hospice” sostiene con i suoi volontari l’attività della struttura attraverso raccolta fondi, aiutando nella relazione con i pazienti.

Questo compleanno è diventato così una festa a cielo aperto, un momento di condivisione per tutti, una conferma di quanto l’Hospice rappresenti una realtà di grande importanza sociale e comunitaria.